Come fare business in Brasile : Domande Risposte
   
I principali ministeri in Brasile sono:  Il Ministero della Giustizia; il Ministero degli Affari Esteri; il Ministero dei Trasporti; il Ministero dell’Agricoltura, Allevamento e Rifornimento; il Ministero dell’Educazione; il Ministero della Cultura; il Mi...
No. L’investitore non-residente avrà la stessa registrazione per operare nei mercati a rendita fissa e variabile, potendo migrare liberamente da un tipo di investimento all’altro.
Come si è detto, tale registrazione è obbligatoria, e la sua effettuazione è compito dell’azienda ricevente l’investimento estero diretto e/o dell’investitore non-residente tramite il suo rappresentante in Brasile.
Come si è detto, tale registrazione è obbligatoria, e la sua effettuazione è compito dell’azienda ricevente l’investimento estero diretto e/o dell’investitore non-residente tramite il suo rappresentante in Brasile.
Il rimpatrio del capitale straniero registrato presso il Banco Central do Brasil potrà essere effettuato nel paese d’origine in qualsiasi momento, senza bisogno di previa autorizzazione. Saranno soggetti a imposta con aliquota del 15% soltanto se vi è st...
Sono reinvestimenti i profitti ottenuti dalle aziende insediate in Brasile e attribuibili a persone fisiche o giuridiche residenti o domiciliate all’estero, che siano stati reinvestiti nell’azienda che li ha generati o in altro settore dell’economia inter...
Tale tipologia di investimento, effettuato per l’integrazione del capitale sociale tramite l’impiego di beni d’importazione, non esige la previa autorizzazione del Banco Central. Agli effetti della registrazione nel Modulo RDE-IED, i beni, sia tangibili,...
Ai fini della registrazione dichiaratoria elettronica (Registro Declaratório Eletrônico), si considerano Investimenti Stranieri Diretti le partecipazioni permanenti in aziende riceventi nel Paese o, secondo le pratiche di mercato, le partecipazioni con “a...
Qualsiasi investitore, persona fisica o giuridica, non-residente, individuale o collettivo, può investire nei mercati brasiliani (finanziario e di capitali).  L’investitore straniero dovrà avere un rappresentante in Brasile, che sarà responsabile delle r...
Si. Nel caso di importazione di beni usati, questa è ammessa a patto che non sussistano beni similari nazionali. I beni usati devono inoltre avere un’applicazione rivolta a progetti che stimolino lo sviluppo economico del paese. Inoltre, non è necessaria...
Assolutamente sì, attraverso il Modulo RDE-IED (Registro Declaratório Eletrônico -Investimento Externo Direto), integrante il sistema di informazioni del Banco Central – SISBACEN. A questo proposito, si ribadisce che tutti gli investimenti stranieri devo...
E’ un numero, simile a quello di un conto corrente, ed in assenza del quale non è possibile effettuare la registrazione di alcun investimento. E’ ottenuto tramite il SISBACEN, via Internet, prima di: a) contrattare operazioni di cambio relative alle rime...
Non registrare l’operazione o registrarla con informazioni false può far incorrere chi ha commesso l’infrazione in multe, a seconda dei casi, da 10.000,00 reais (ca € 2.600,00) a 50.000,00 reais (ca €20.000,00). Col cambio a 2.3 reias per euro
Per sottoscrivere il capitale o acquistare una partecipazione in un’azienda brasiliana già esistente, basta rimettere gli investimenti tramite un istituto bancario autorizzato ad operare in valuta straniera, come, ad esempio, l’agenzia del Banco do Brasil...
La registrazione deve essere effettuata entro 30 giorni dalla liquidazione del contratto di cambio o dai trasferimenti internazionali in Reais; dal contratto privato di compravendita, in caso di alienazione di azioni o di quote a residente; dall’atto soci...
Tenendo conto della normativa che regola la materia in Brasile, si può dire che l’espressione “Capitale Straniero” è intesa come i beni, le macchine e gli attrezzi (“equipamentos”), entrati nel Paese senza dispendio iniziale di divise, destinati alla prod...
Sono due, entrambi regolamentati dalla Banca Centrale: - cambio commerciale, riservato alle operazioni commerciali e agli investimenti in moneta straniera in Brasile; - cambio “turismo”, destinato ad altri tipi di operazioni, quali transazioni in entrat...
E’ vietata la partecipazione di capitale straniero nelle seguenti attività: - sviluppo di attività che coinvolga l’energia nucleare;  - servizi sanitari;  - servizi di posta e telegrafi;  - industria della pesca;  - industria aero-spaziale. Inoltre, esi...
* Investimenti in valuta; * investimenti per conversione di crediti esteri; * investimenti per importazione di beni senza copertura di cambio, * investimenti nel mercato dei capitali.
Sì. Va precisato che, per quanto riguarda le operazioni soggette alla registrazione tramite Modulo RDE-IED, è considerata “conversione in investimento” l’operazione con cui i crediti passibili di generare trasferimenti all’estero, a norma della disciplina...
Secondo la normativa in materia, l’acquirente, persona fisica o giuridica residente o domiciliata in Brasile, o il procuratore, quando l’acquirente sia residente o domiciliato all’estero, sarà responsabile per il pagamento dell’imposta di reddito incident...
No, non ci sono restrizioni né alla distribuzione dei profitti né alla loro conseguente rimessa all’estero. La destinazione delle rimesse dovrà essere registrata nel modulo RDE-IED.
SÌ. Il Banco do Brasil offre ai suoi clienti la possibilità de realizzare una serie di operazioni e affari commerciali on-line. Una delle soluzioni più innovatrici che il Banco do Brasil mette a disposizione dei suoi clienti esportatori è il Balcão de Com...
- Olio grezzo ricavato dal petrolio;  - Minerali ferrosi;  - Grani, bucce ed altri residui solidi di soia;  - Zucchero di canna, greggio;  - Automobili;  - Caffè in grano non tostato e non decaffeinato;  - Terminali portatili di telefonia cellulare;  - Ca...
- macchine e macchinari;  - olio grezzo di petrolio, olio diesel;  - nafta per il settore petrolchimico;  - automobili;  - gas naturale;  - altri componenti per apparecchi di trasmissione/ricezione;  - catodi di rame raffinato;  - carbone fossile;  - mine...
A) LINEE DI FINANZIAMENTO ALL’IMPORTAZIONE DI PRODOTTI DI ORIGINE ITALIANA  Sono linee di credito offerte dal Banco do Brasil direttamente all’importatore, destinate al finanziamento delle sue importazioni di servizi, prodotti, macchine e macchinari ital...
A) PROGRAMMA DI FINANZIAMENTO ALLE ESPORTAZIONI (PROEX)  Stabilito dal governo federale, il Proex ha come suo Agente Finanziario il Banco do Brasil e il Programma è disponibile in due modalità: “Financiamento” e “Equalização”. Il “Proex Financiamento” è...
La base legale di regolamentazione del sistema bancario e finanziario brasiliano risiede nell’art. 192 della Costituzione, e in una molteplicità di normative di settore. Il sistema finanziario nazionale si compone del Consiglio Monetario Nazionale (CMN), ...
Fondamentalmente esso si compone di due settori: Settore Pubblico: si compone di banche commerciali e istituzioni finanziarie governate dai singoli Governi statali e federali al fine di favorire lo sviluppo di determinati settori dell’economia, in partic...
La società acquista la personalità giuridica attraverso l’iscrizione degli atti costitutivi negli appositi registri e secondo le forme di legge:  a) l’ “empresário”, inteso come chi esercita professionalmente attività economica organizzata ai fini della ...
Il Codice Civile brasiliano prevede e regola diversi tipi societari, che si classificano in: personificate (con personalità giuridica) e non personificate (senza personalità giuridica). Inoltre, se si considera il loro scopo, le società si suddividono in:...
La mancata iscrizione nei Registri suesposti comporta molteplici effetti negativi, tra i quali: a) irregolarità ; b) clandestinità ; c) responsabilità  illimitata per le obbligazioni assunte.
Le società di persone e le società di capitali si contraddistinguono perché, nelle prime, i soci sono gli amministratori della società e sono illimitatamente responsabili per i debiti sociali (contano, perciò, soprattutto le persone); nelle seconde gli am...
Le società che non abbiano registrato i loro atti costitutivi come indicato e, quindi, finché non abbiano adempiuto all’iscrizione negli appositi registri, non avranno personalità giuridica ma un semplice contratto di società che viene regolato dagli arti...
Le società “empresárias”, che devono costituirsi secondo i tipi regolati dal Codice Civile brasiliano: Società in Nome Collettivo;  Società in Accomandita (Sociedade em Comandita);  Società per Azioni (che viene chiamata “Sociedade por Ações ou Sociedade...
TRIBUTI DI COMPETENZA DELL’UNIONE FEDERALE:  A) IR: è l’imposta sul reddito delle persone fisiche o giuridiche: per le persone fisiche residenti: incide sul reddito e sull’aumento del patrimonio, ottenuto da persone fisiche da fonti di provenienza nazion...
SOCIETÀ IN NOME COLLETIVO  Soltanto le persone fisiche possono far parte della “sociedade em nome coletivo”, rispondendo tutti i soci, solidalmente ed illimitatamente, per le obbligazioni sociali (i soci possono, tuttavia, limitare tra di loro la respons...
Bisogna distinguere a seconda di:  - Interessi sulla partecipazione nel capitale degli azionisti: le società brasiliane hanno l’opzione dì pagare gli interessi sulle partecipazioni al capitale degli azionisti come forma alternativa dì remunerazione degli...
Federale e il Codice Tributario Brasiliano, oltre ad una serie di disposizioni specifiche e settoriali. L’Unione Federale, gli Stati e i Municipi, nell’ambito delle loro competenze, ed in conformità ai principi costituzionali, hanno autonomia nel creare ...
Si. Come regola generale, i residenti non brasiliani sono soggetti in Brasile alla ritenuta d'imposta, trattenuta applicabile a qualunque reddito, guadagno o utile da capitale ricevuto da una fonte brasiliana. 
In Brasile, i dividendi relativi agli utili generati a partire dal primo gennaio 1996 e pagabili da una società brasiliana a qualsiasi azionista (residente o non residente brasiliano), non sono soggetti alla trattenuta alla fonte.
Il sistema giuridico brasiliano conosce oggi una molteplicità di fonti normative che disciplinano il diritto del lavoro. Tali norme non sono inserite nel Codice Civile, ma sono state raccolte, nel 1943, nella CLT, “Consolidação das Leis do Trabalho”.
Per la stipulazione di un contratto di lavoro si esige che il soggetto sia capace, l’oggetto sia lecito e che il contratto sia stipulato per iscritto. A parte ciò, il contratto di lavoro non richiede grandi formalità, essendo sufficiente la sua registraz...
Come detto, in linea di massima non vi sono particolari limitazioni. L’acquisto di proprietà immobiliare può, tuttavia, essere limitato per ragioni di interesse pubblico o in considerazioni del pari diritto di terzi e, specificamente, in caso di: * es...
Si, la legislazione prevede fino a 90 giorni di prova per i contratti a tempo indeterminato, dopodiché, il datore di lavoro che non sia soddisfatto delle prestazioni del dipendente potrà decidere per l’estinzione del rapporto (in questo caso il trattament...
Si, la Costituzione Federale brasiliana vieta ai minorenni il lavoro notturno, pericoloso o insalubre, nonché qualsiasi lavoro per i soggetti con età inferiore a 16 anni, a meno che non venga assunto nella condizione di apprendista (anche li, dovrà avere ...
Il Brasile ammette diverse possibilità di ottenere il visto di permanenza nel Paese, purché si rispettino le condizioni dettate dalla legge.  COM’E’ REGOLATO L’INGRESSO DI STRANIERI IN BRASILE?  La disciplina dell’ingresso di stranieri in Brasile che in...
La CLT elenca tre requisiti per la configurazione del vincolo di lavoro: l’abitualità (le attività non devono avere un carattere eventuale); la personalità (i servizi devono essere prestati sempre dallo stesso lavoratore, che non può “delegare” le sue fun...
Secondo la CLT, ogni persona fisica che presti un servizio di natura non eventuale per un datore di lavoro, sotto la sua dipendenza e dietro remunerazione, è considerato un dipendente.
Poiché sia l’agente sia il distributore hanno una sede d’affari propria ed autonoma, vale la regola generale in virtù della quale l’agente/distributore sopporta le proprie spese. La disposizione codicistica ammette una pattuizione contraria: il contratto...
L’entità della remunerazione percepita dall’Agente potrà essere fissa, come potrà essere costituita da una percentuale sugli affari andati a buon fine. Sul punto, è importante verificare gli usi e le consuetudini propri del ramo di attività e/o dell’ambi...
Il nuovo Codice Civile brasiliano, introdotto nel 2002, ha tipizzato il contratto di agenzia, dettando una disciplina congiunta a quello di distribuzione. Alle due fattispecie si applicano e regole concernenti il mandato (mandato) e la comissão (commissi...
Diversamente da quanto previsto dalla legge speciale per la Representação Comercial, gli agenti e i distributori non devono essere iscritti ad albi o registri speciali né, tanto meno, avere qualifiche o prerogative particolari, ma potranno essere persone ...
Si. È, altresì, consigliabile aggiungere alla pattuizione tutti gli elementi in grado di individuare al meglio la volontà delle parti, quali ad esempio: a) l’indicazione della zona dove l’agente/distributore svolgerà la sua attività; b) l’espressa indic...
Schematicamente, possiamo rilevare come il contratto di Agenzia sia caratterizzato da: a) carattere non occasionale dell’attività svolta; b) svolgimento di attività di mediazione per la conclusione di certi affari; c) autonomia dell’attività dell’Agent...
La materia è disciplinata dal Codice della Proprietà Intellettuale. I marchi registrabili in Brasile possono essere sia stranieri che brasiliani, e la richiesta di registrazione può essere avanzata da un cittadino brasiliano o da uno straniero. Nel caso ...
Norme speciali impongono restrizioni o procedure più articolate in particolari ambiti commerciali. Ad esempio, per quanto riguarda i brevetti di medicinali, è prevista un’autorizzazione obbligatoria nel caso di pratiche anticompetitive o nel caso in cui ...
E’ disciplinato dalla normativa interna e da un codice di autoregolamentazione stilato dall’Associazione Brasiliana del Franchising, che vale quale supporto per gli operatori del settore e facilita la risoluzione di controversie in questo specifico ambito...
La normativa brasiliana riconosce e garantisce i diritti esclusivi d’uso e la protezione del diritto d’autore indipendentemente dalla registrazione, che tuttavia è consigliabile a fini probatori (pubblicità dichiarativa). La legge sui diritti d’Autore co...
I brevetti possono essere richiesti per la protezione di invenzioni, modelli della utilità e disegni industriali. La protezione garantita da brevetto si estende, a partire dalla data di deposito della domanda di protezione presso l'INPI, a 20 anni per le...
Sì. Il Brasile è membro del WIPO (World Intellectual Property Organization), e sottoscrittore della Convenzione di Parigi e di Berna, per la protezione della proprietà industriale e delle opere letterarie e artistiche. Inoltre, la materia è regolata dall’...
Il soggetto richiedente deve esercitare effettivamente e lecitamente l’attività cui ineriscano i beni o servizi di cui si chiede la protezione tramite il marchio. È inoltre richiesta la prova dell’affidabilità della società che intende registrare il marc...
Le normativa brasiliana non prevede il pagamento di royalties, nell’ambito di accordi di licenza di brevetti o marchi, se: - il marchio o brevetto non è stato correttamente registrato / concesso in Brasile; - se non viene rispettato il termine di priori...
Sì, ad esempio i contratti con controparti brasiliane che abbiano ad oggetto il trasferimento o fornitura di tecnologie, assistenza tecnica e scientifica, franchising, o diritti di proprietà industriale (marchi e brevetti) registrati in Brasile. Questi t...
In presenza di un titolo esecutivo giudiziale, come una sentenza o un decreto, si può avviare il processo esecutivo, che mira a soddisfare concretamente l’interesse del creditore. Si noti che la materia è stata recentemente modificata per garantire maggi...
A parte il giudizio arbitrale, le cui caratteristiche si sono evidenziate, il privato può sempre adire la Giurisdizione ordinaria, che offre un’ampia gamma di soluzioni. Il giudizio ordinario si svolge, in primo grado, innanzi un Giudice monocratico, e i...
Sono riconoscibili ed eseguibili in Brasile, indipendentemente dalla sussistenza di un accordo bilaterale o multilaterale tra il Paese da cui proviene la sentenza e il Brasile. La materia è disciplinata dal Codice Civile e di Procedura Civile, nonché dal...
Sì. Il Brasile ha, infatti, ratificato il Protocollo di Ginevra e la Convenzione di New York, in materia di clausole arbitrali e riconoscimento ed esecuzione di sentenza arbitrali straniere. È pertanto possibile riconoscere e portare ad esecuzione in Bra...
Sì, principalmente dopo il 1996, quando la disciplina dell’istituto è stata rivista, con il riconoscimento di una maggiore autonomia e libertà alle parti: esse possono decidere, sulla base di un accordo scritto (c.d. compromesso o clausola compromissoria)...
Come chiarito, il procedimento civile offre alle parti un’ampia gamma di soluzioni: non è detto, però, che adire l’Autorità Giudiziaria rappresenti sempre la strada migliore. Il principale problema della giustizia ordinaria è rappresentato dai tempi del ...
Esiste una serie di differenti procedimenti che chi decide di intraprendere un’azione giudiziaria può considerare: processo ordinario: è lo strumento più comunemente utilizzato in caso di controversie relative a inadempimenti contrattuali o risarcimento ...
Il Codice di Procedura Civile brasiliano prevede i casi di giurisdizione esclusiva (in cui non è ammesso l’esercizio della giurisdizione da altro Stato) o concorrente: esclusiva se la controversia riguarda una questione di diritto di proprietà su un immob...
- La duttilità: sono le parti a scegliere gli arbitri, il diritto applicabile, la lingua; - la capacità e la competenza degli arbitri; - la celerità del giudizio; - limitate ipotesi di impugnabilità del lodo; - vincolatività e esecutorietà del lodo; ...
La questione non è di agevole soluzione. La giurisprudenza brasiliana, infatti, ha sinora mostrato un atteggiamento ondivago circa il riconoscimento dell’autonomia delle parti sulla scelta del foro competente. Se da un lato non si sono ammessi dubbi circ...
Dal 1996, l’implementazione progressiva del sistema elettronico di registrazioni delle operazioni di cambio ha portato innumerevoli vantaggi, come la maggiore libertà nelle transazioni e la semplificazione, grazie all’utilizzo di Internet per la registraz...
Il Brasile non è un paese con libertà cambiaria totale, e ciò è dovuto principalmente al controllo esercitato dal Banco Central do Brasil (BACEN). Recenti riforme normative porteranno ad una liberalizzazione della materia. Infatti, dal 2005 il mercato di...
Sono varie: tra queste possiamo menzionare i prestiti esterni, gli investimenti diretti in società  con sede in Brasile e gli investimenti nel mercato dei capitali realizzati da investitori istituzionali.
LA SIMEST(Società Italiana per le Imprese all’Estero) ha la missione di promuovere l’internazionalizzazione delle imprese italiane, soprattutto quelle piccole e medie (PMI), sostenendone gli investimenti italiani all’estero (sotto il profilo sia tecnico s...
Le imprese che optano per investimenti in queste aree del Paese con progetti di modernizzazione, estensione e diversificazione, possono usufruire dei seguenti benefici fiscali: * _esenzione IPI sulle attrezzature importate e utilizzate dalle nuove atti...
Il sistema fiscale brasiliano è un sistema complesso. In questa pagina si forniscono elementi sintetici. * IRPJ (federale) * CONTRIBUTI SOCIALI SUL PROFITTO (federale) * PIS (federale) * CONFINS (federale) * IPI(federale) * IOF (federale) *...
* Oltre alle annotazioni che seguono, si veda in appendice la guida all’importazione. Sull'IMPORTAZIONE DEFINITIVA di beni, intesa come immissione dei beni di consumo nell'ambito del territorio doganale brasiliano, vengono applicati i seguenti diritti do...
Sono presenti incentivi in favore di progetti di investimento. Gli investitori stranieri hanno diritto a beneficiarne alla stregua di quelli nazionali. Gli incentivi si possono distinguere in: INCENTIVI FEDERALI * Municipali Volti a promuovere OBIETT...

Email info@consulentebrasile.com - Linea Diretta Italia +39 02 89959370