Quale aspetti legali per acquisto di immobili da parte di stranieri?
Inviato da Manager Online il 10 February 2014 08:49 PM

La Legge Brasiliana non distingue tra brasiliani e stranieri per quanto attiene alla proprietà dell'immobile e ai diritti acquisiti su di esso con l'acquisto. Solo i governi stranieri non possono possedere immobili o terreni se non quelli atti a ospitare la propria rappresentanza diplomatica in Brasile. Il divieto indicato per i governi stranieri è espresso nella LICC - legge d'introduzione del Codice Civile, nel suo articolo 11 § 2° e 3°.

E' di fondamentale importanza evidenziare che, i fini dell'acquisto di un immobile in Brasile sia da parte di persone fisiche che da parte di persone giuridiche è necessario che queste ultime abbiano un procuratore residente in Brasile abilitato a ricevere citazioni.

Anche se non sono residenti, gli stranieri, in linea generale, hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri dei brasiliani.

Il documento necessario per l'acquisto di un immobile da parte di cittadino straniero persona fisica è il codice fiscale locale o CPF, sulla base di quanto disposto dal Decreto n. 3.000/99, art. 33, paragrafo 1° e della "Instrução Normativa da Receita Federal" n° 190/2002, art. 2°, X, "a". Per ottenere tale documento in loco, è necessario produrre un certificato di nascita con annotazione a margine del nome dei genitori, oltre ad una copia autentica del passaporto integrale ed una procura speciale ad hoc per atto pubblico. Il certificato di nascita dovrà essere previamente autenticato dalla Prefettura e successivamente legalizzato dal Consolato Brasiliano in Italia. La procura dovrà essere previamente autenticata dalla Procura della Repubblica e successivamente legalizzata dal Consolato, mentre il passaporto, invece va autenticato e poi allo stesso modo legalizzato.

E' anche possibile aprire il CPF dall'Italia. Tutte le istruzioni e il modulo da compilare "on line" si trovano in: www.brasilemilano.it nella sezione servizi consolari - CPF. Dopo la compilazione, il modulo va stampato e consegnato alla rappresentanza diplomatica del Brasile in Italia (Ambasciata o Consolato) e il CPF dovrebbe arrivare entro 80 giorni. Ulteriori informazioni si possono richiedere al Consolato Generale del Brasile

Quando ad acquistare un immobile, invece, sia una società straniera, oltre alle limitazioni presenti nella normativa brasiliana per quanto concerne gli immobili rurali, allo stesso modo sarà necessario che la stessa ottenga l'iscrizione al codice fiscale locale od CNPJ - "Cadastro Nacional Pessoas Juridicas" mediante iscrizione al CADEMP della Banca Centrale, per la qualcosa occorrono i seguenti documenti: Certificato Camerale - CCIAA ( Camera di Commercio ) aggiornato in cui constano i dati dell'azienda anche qui seguendo l'iter della legalizzazione come evidenziato nel sito del Consolato.

(0 voti)
Questo articolo è stato utile
Questo articolo non è stato utile

Email info@consulentebrasile.com - Linea Diretta Italia +39 02 89959370 Brasil +55 11 30421162