Conto Bancario per i non residenti in Brasile
Inviato da Manager Online il 10 February 2014 08:43 PM

In Brasile non sono ammessi, per legge, conti correnti intestati a non residenti e questo può creare delle difficoltà. Il RMCCI - Regolamento del Mercato di Cambio e Capitali, prevede che le persone fisiche o giuridiche residenti, domiciliate od aventi sede all'estero possono essere titolari di conti di deposito in moneta nazionale in Brasile, esclusivamente presso agenzie bancarie che possano effettuare operazioni di cambio, nell'osservanza di quanto previsto del succitato regolamento. 

Trattasi di conti di deposito ( e non correnti ) che hanno specifiche caratteristiche e peculiarità. Gli stessi, difatti, sono registrati presso il sistema di Informazioni della Banca Centrale (Sisbacem).

Altra opzione, invece, è data dalla possibilità attribuita a cittadini stranieri temporaneamente residenti in Brasile, mediante visto concesso dalle autorità locali, di essere titolari di conti correnti in moneta straniera. Anche in tal caso, tali conti sono subordinati ad una serie di regole e peculiarità e possono essere aperti soltanto presso agenzie autorizzate ad operare nel mercato di cambio. Nel caso in cui si costituisca una società in Brasile (composta anche con capitale di maggioranza straniero) invece, si può e si deve aprire un conto corrente.

(1 voti)
Questo articolo è stato utile
Questo articolo non è stato utile

Email info@consulentebrasile.com - Linea Diretta Italia +39 02 89959370 Brasil +55 11 30421162